Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

L'ALTRA RIVA DEL MARE di Danilo Alessi:






In quest ’ultimo lavoro di Danilo Alessi uscito per i tipi di Persephone Edizioni, un uomo e una donna, si incontrano e si innamorano, vivendo contemporaneamente altri luoghi e le sponde di molti mari mentre, un recente passato, irrompe dalle pagine “intime” ma “collettive” di “L’altra riva del mare”


 

IL GUARDIACACCIA DI Marcello Meneghin:




Il romanzo di Marcello Meneghin è un intreccio di storie vere e di invenzione o meglio di supposizioni. È la ricerca del nome di un assassino. Un intreccio immaginario che si sposa bene con la magia delle montagne.


 

L'ELBA UNA COLONIA :




L'opuscolo "L'ELBA UNA COLONIA" contiene "L'INTERVISTA A MR. X " E " IL PIANO" dove viene analizzata una situzione che mirava a realizzare un piano di colonizazione che avrebbe smantellato e portato, oltre canale, tutti centri direzionali dall'ufficio turistico APT, ai servizi idrici e alla Sanità ecc E anche come gli elbani sarebbero stati sistematicamente esclusi da ogni incarico direttivo. Visto che tutto si è relizzato come previsto, questa pubblicazione ha avuto un valore profetico.

L'OPUSCOLO PUO' ESSERE INTERAMENTE SCARICATO


 

MAGO CHIO' Vita e leggenda del Primo free - climber del Mondo di Giuliano Giuliani:




Mago Chiò era vissuto nella seconda metà dell’Ottocento. Nato a Portoferraio nell’Isola d’Elba qualche anno dopo l’Unita d’Italia in una delle vie più antiche della vecchia Cosmopoli ( nome che fu affibbiato alla città nei primi tempi della sua costruzione


 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

LA BALENA BIANCA. E LA CADUTA DELL'ULTIMO CASTELLO:




. la partita a scacchi della politica, dall'elba alla toscana
Claudio De Santi




 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

UN EPISODIO CHE SI VERIFICO' IL 4 APRILE DEL 2015. L'ARTICOLO CHE LO RACCONTA, VIENE RIPROPOSTO DA FACEBOOK COME UN RICORDO. NOI LO RIPROPONIAMO, PERCHE', COME OGGI, ERA PASQUA, E PERCHE' CONTIENE SPUNTI DI RIFLESSIONE UTILI. di G.Muti

pubblicato domenica 4 aprile 2021 alle ore 12:58:13


UN  EPISODIO  CHE SI  VERIFICO'  IL  4   APRILE  DEL 2015. L'ARTICOLO CHE LO RACCONTA, VIENE   RIPROPOSTO  DA  FACEBOOK  COME UN RICORDO. NOI LO  RIPROPONIAMO, PERCHE',  COME  OGGI, ERA  PASQUA, E PERCHE' CONTIENE SPUNTI DI RIFLESSIONE UTILI. di  G.Muti








CONTINUANO LE PULIZIE PRIMAVERILI: BLITZ DELLE FORZE DELL’ORDINE CONTRO 6 NORD AFFRICANI ADDORMENTATI di G. Muti


pubblicato sabato 4 aprile 2015 alle ore 09:11:05



 






CONTINUANO LE  PULIZIE    PRIMAVERILI:   BLITZ  DELLE FORZE  DELL’ORDINE  CONTRO 6  NORD AFFRICANI ADDORMENTATI   di  G. Muti


All’alba  del  primo di Aprile,  aliquote     della  Tenenza   dei  Carabinieri di Portoferraio,  coadiuvate da     agenti della Polizia  Municipale, si sono mosse dalle rispettive  sedi  in direzione  Sud   Ovest. Obiettivo,   un     cantiere    nella  vecchia  zona  portuale,  consistente  in diversi  immobili  abbandonati   da  anni.


 

Chi  si fosse  trovato     in  quella zona   in  quel momento,   avrebbe  avuto la  certezza  di assistere ad  un’azione  anticrimine   importante.  Probabilmente     una    soffiata     che     aveva  portando  agenti e  carabinieri  ad  unire le  forze      e   organizzare  un blitz  per  sorprendere,   alla  prime  luci dell’alba, ( mai  al tramonto!)    una  banda  di  criminali  con le  mani  nel  sacco. Ma, il  giorno dopo,  avrebbe appreso   dai  giornali  che   nessuna azione   criminale  era  stata  interrotta.  Il blitz   aveva  solo    interrotto  il sonno   di   6 africani      colpevoli   di  esser  troppo poveri  per   permettersi   un albergo  o  una   casa. Non   trafficanti di droga, ne’  terroristi islamici,  ma  venditori  ambulanti di  occhiali e  calzini   con  regolare  permesso  di  soggiorno.


 

Dopo  esser stati  accompagnati   alla stazione  dei carabinieri, sono stati  rilasciati.  Non  c’è  nessuna legge    in Italia  che   vieti   ad un  cittadino,  anche se messicano  o  finlandese    di  dormire  sotto un ponte o  in una  casa   abbandonata, ne’  un potere   che  autorizzi  qualcuno, forze dell’ordine  comprese,   a svegliarlo, senza  un giustificato motivo.  Sono  stai  rilasciati, quindi,   ma non hanno potuto  terminare  il sono   interrotto. Gli  è stato  comunicato    che, in quel posto,  non potevano più tornarci.


 

 


 

Naturalmente,    ad  una  prima lettura,   uno  pensa  che la   cosa   non sia vera.  Che si tratti    di  una specie  di “pesce  di  aprile.”  Anche  poco rispettoso verso le forze dell’ordine,  oberate  di impegni come sono. Ma  poi,  visto che     tutti i giornali lo riportano   vuol dire   che c’è  del  vero .


 

 Allora,  a questo punto,   non  rimane  che  farci  qualche domanda.


 

Ma  prima  chiariamo  un punto.  Non   affronto  qui  il nocciolo della  questione   e  cioè:  in che  modo gli enti pubblici  dovrebbero   organizzarsi  in  casi simili,  visto  che nella   nostra  società  sono sempre più  frequenti;      e  neanche  mi chiederò     quanto  sia  utile  o giusto  far  intervenire   le  forze  dell’ordine;  e  ,infine,  non  mi  chiederò  se  questa  azione  rientri  o  no  nelle  “pulizie  di  primavera”,    insieme  alla  caccia ai  Rom,  ai marocchini e  alle  roulotte  abbandonate  ecc .


 

No.   A me,  come  cittadino,  piacerebbe sapere    se   non era più semplice presentarsi  di giorno e dire  a quei ragazzi  che,   in  quel posto,  non potevano rimanere.  Non sarebbero  stati    svegliati da   uomini  armati  ne    finiti  sui  giornali  come   volgari  malfattori


 

E  anche se  fossero  rimasti  lì in  attesa  di  trovare una  soluzione, non si capisce   chi   avrebbero potuto  disturbare. Certo, per  loro,   non  sarebbe stata, comunque,   una  Pasqua:   non  avrebbero  avuto   colombe  benedette sulla tavola  imbandita, non   sarebbero stati  circondati  da   amici e  parenti,   e   sarebbero stati   al  freddo  in  una  stanza   senza  porte  e  finestre. Ma  almeno, in caso di pioggia,   avrebbero  potuto ripararsi.   Speriamo che  il clima pasquale  aiuti   a  riflettere,   perché   si  tratta  di  una  brutta stori





« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

PROGETTO INITINERE - NUOVI PAESAGGI URBANI. IL MAXIPOSTER DI MARCELLO D’ARCO Associazione Culturale Persephone:



Da sabato 10 aprile, all’interno del tunnel di via Guerrazzi nel centro storico di Portoferraio, sarà esposto un maxiposter [...]


 

Le 10 domande poste dal consigliere regionale della Lega Marco Landi alla REgione:



Marco Landi Dieci domande alla Giunta regionale per cercare di svelare alcuni misteri intorno alla campagna [...]


 

A MOLA SI AVVERA UN'OPERA FONDAMENTALE PER CAPOLIVERI di Ruggero Barbetti :



Un sogno che si avvera: la diga di Mola un’opera fondamentale per Capoliveri e i capoliveresi. Mi auguro che l’attuale amministrazione [...]


 

UN’ ANALISI DEI PROBLEMI GRAVI DELLA NOSTRA SANITA’ E DELLE POSSIBILI SOLUZIONI dii Sergio Bicecci :



E’ il solito trito e ritrito vecchio argomento. Ovvero la Sanità elbana, dove per Sanità intendiamo il nostro Ospedale. [...]


 

RISPOSTA AL SIG. SEMERARO DI “ELBA SALUTE” SULLA BASE ALL'ELBA DEL 118 COME PREVISTO DALLO STUDIO COMMISSIONATO DA CLAUDIO DE SANTI di Andrea Ghini :



Foto . Nello studio Blower è possibile vedere il bacino territoriale d’impegno del 118 [...]


 

L'ORA DELLE SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA di Leonardi Preziosi( Italia Nostra) :



Non tutti i mali vengono per nuocere: il tempo della Pandemia impone necessariamente delle riflessioni. Quale miglior momento [...]


 

IN RICORDO DI PAOLO MENNO:



Profondamente commosso e dispiaciuto porgo le mie più sentite condoglianze alla Famiglia Menno per la prematura ed improvvisa scomparsa [...]


 

L’AUTORE DEL PIANO DI FATTIBILITA’ PER UN ELICOTTERO CON BASE ALL’ELBA HA SCRITTO A CLAUDIO DE SANTI RICONFERMANDO LE CONCLUSIONI DEL SUO STUDIO:



(Nell’articolo in cui si è denunciato il fatto che [...]


 

© 2021 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali