Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

LA BALENA BIANCA. E LA CADUTA DELL'ULTIMO CASTELLO:




. la partita a scacchi della politica, dall'elba alla toscana
Claudio De Santi




 

MAGO CHIO' Vita e leggenda del Primo free - climber del Mondo di Giuliano Giuliani:




Mago Chiò era vissuto nella seconda metà dell’Ottocento. Nato a Portoferraio nell’Isola d’Elba qualche anno dopo l’Unita d’Italia in una delle vie più antiche della vecchia Cosmopoli ( nome che fu affibbiato alla città nei primi tempi della sua costruzione


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

una pubblicazione di Marcello Meneghin "ACQUEDOTTI Realtà e futuro" la descrizione documentata delle incongruenza degli acquedotti italiani culminante in perdite occulte pari alla metà dell’acqua totale prodotta,:




.


 

I CINGHIALI, PER UN TERRITORIO, SONO O NON SONO UNA RISORSA ?

pubblicato mercoledì 7 ottobre 2020 alle ore 11:11:21


I  CINGHIALI, PER  UN  TERRITORIO,  SONO  O NON SONO  UNA RISORSA ?

(Al  dilemma  se  i  cinghili siano un problema  od  una risorsa  si potrebbe  rispondere che  possono  essere  l'uno  e l'altro. Dipende  come   si affronta  il probema. All'Elba sono  un problema  , ma  che potrebbe essere  trasformato in una  risorsa, come  diceva   Sergio  Bicecci in uno  degli    articoli   che  ha scritto sul  tema   che  vi riproponiamo.   A  questo   articolo del 2017  rispose   Umberto Mazzantini    dirigente  nazionale  di Legambiante su  Greenreport  definondola  un idea  balsana.    Adesso,  anche lui  avrà cambiato idea,  visto che   questo  è un tema   di cui  si discsute  in  quasi tutte le  regioni  d'Italia dove  si cerca  di  trasformare,  come  dicceva  Bicecci,   il  problema in una risorsa. Il  fatto incoraggiante è che     in alcune  regioni ci sono riusciti.)



 



 



DA OLTRE UN DECENNIO I NOSTRI CINGHIALI SONO UNA IMPORTANTE RISORSA ALIMENTARE, MA NON PER GLI ELBANI di Sergio Bicecci



pubblicato mercoledì 13 dicembre 2017 alle ore 18:08:34

 










DA  OLTRE  UN DECENNIO I NOSTRI   CINGHIALI  SONO  UNA IMPORTANTE  RISORSA ALIMENTARE,   MA NON PER  GLI ELBANI


di Sergio Bicecci




 



 



Lungi da me l’intento di scendere in polemica con qualcuno, non sono il tipo.  Ho già  ricavato  sufficiente soddisfazione dall’aver posto alla pubblica attenzione un concreto aspetto della presenza dei cinghiali all’Elba.  Infatti molti sono stati i consensi ricevuti , quanto l’attenzione di qualche Sindaco e soprattutto di autorevoli rappresentanti del   Parco Nazionale Arcipelago Toscano,  con relative positive interviste (vedi il Telegrafo) sulla stampa. Non avrei avuto niente da aggiungere alla mia proposta di mettere finalmente a rendita la presenza degli ungulati. Ritengo, però,  importante  e degno di nota quanto dichiarato  ad alcuni giornali  dal Presidente del PNAT  ing. Feri. Notizie importanti, nuove per me e, credo, per la maggior parte degli elbani. Anche sorprendenti sotto certi aspetti.



 



Infatti nella nota di Feri si legge: “…..il Parco Nazionale è l’unico soggetto che effettua prelievi annuali incisivi (oltre 1000 esemplari l’anno) e  questi animali una volta catturati o abbattuti non vengono avviati  a miglior sorte rispetto a quella che prevede la suddetta filiera”. Quindi nel decennio sono stati catturati oltre 10.000 (diecimila) cinghiali, confermando così, di seguito, il  titolo di una intervista rilasciata a “Il Telegrafo” dello scorso 8 dicembre:  “L’utilizzo alimentare dei cinghiali è già una realtà consolidata”.   Farei due sintetiche osservazioni. La prima:



 



- se avendo esportato ben oltre 10.000 esemplari la permanenza sul territorio della specie è diventata ancor più invadente e pericolosa, evidentemente, ci troviamo di fronte a una programmazione sbagliata, tutta a danno ambientale privato e pubblico. La seconda:



 



-la cessione  di diverse migliaia di capi a chicchessia a fini alimentari lascerebbe  supporre  che il Parco ne avesse tratto  un cospicuo beneficio economico a vantaggio  della nostra Elba;  al contrario, mi si dice che il Parco avrebbe investito oltre 100.000 (centomila) euro per la loro cattura e continentalizzazione, Incredibile se fosse vero.  Ma almeno, per cortesia, sarebbe troppo conoscere quale Azienda avrebbe ricevuto  tante tonnellate di carne  e dove potremmo andare a comperare  un buon prodotto tipico dell’Elba?  



 



Il Presidente Feri  afferma anche che la eradicazione completa difficilmente sarà perseguibile “se questo obiettivo non è condiviso da chi gestisce e amministra il resto del Territorio Elbano (Regione Toscana, Comuni)”.   Penso anche che la completa eradicazione, utilizzando mezzi leciti, sarebbe comunque molto molto difficile.  In un territorio vasto come il nostro qualche coppia di ungulati riuscirebbe comunque a sfuggire alla cattura, continuando a prolificare  vanificando il vero progetto  del Parco.



 



Questa ultima affermazione, sul coinvolgimento dei Comuni nelle decisioni finali ha un peso notevole!.  Mi sembrerebbe giusto e doveroso  che i Sindaci si ponessero il quesito: perché non fare in modo che  decine di migliaia di cinghiali cresciuti a costo zero nel nostro Giardino (Isola d’Elba) possano  essere utilizzati a nostro uso e consumo e, visto che la materia prima non mancherebbe, anche per l’esportazione?   Progettando una struttura per la macellazione e la lavorazione delle carni, come già suggerito,  nel rispetto delle normative igienico sanitarie di legge,  si creerebbero posti di lavoro, cosa di cui c’è tanto bisogno. Daremmo un buon impulso ad un ulteriore importante sviluppo economico dell’Elba.  Potrebbe essere avviato il processo per il riconoscimento di prodotti DOP, volano promozionale che porterebbe l’Isola ad un livello qualitativo e promozionale al pari di tante altre località italiane, guadagnando  un po’ di prestigio e dignità Territoriale.  Non è detto che se l’Elba non avesse imprenditori disponibili non si potrebbe allargare la ricerca e  cercare disponibilità altrove, come ha già fatto il sottoscritto, stipulando ovvi rapporti contrattuali a tutela del prodotto tipicamente elbano. Ai posteri (decisionisti) l’ardua sentenza.



 



Sergio Bicecci



 




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

SFONDATO IL TETTO DEL COPPEDÈ: CHI STA SOTTO È IN PERICOLO. Ferrari e de Santi: “Qualcuno faccia qualcosa prima che sia troppo tardi” :



“Siamo tutti Pasquini”. Una battuta, forse, visto il riscontro che stanno avendo le proteste dei cittadini contro [...]


 

PORTOFERRAIO, L’AMMINISTRAZIONE ZINI, IL DEGRADO E LO SGUARDO “TERA TERA” di G.Muti:



E’ da qualche mese che l’Amministrazione di Portoferraio è [...]


 

I CINGHIALI, PER UN TERRITORIO, SONO O NON SONO UNA RISORSA ?:



(Al dilemma se i cinghili siano un problema od una risorsa si potrebbe rispondere che [...]


 

UN LETTORE DA TORINO : “MA QUANTI GIOVANNI MUTI CI SONO ALL’ELBA? E IL LIBRO CHI LO HA SCRITTO? :



Foto Giovavnni Muti detto il Monello Gentilissimo Sig. Muti Sono [...]


 

E' NATO SMART, SISTEMA MUSEALE DELL'ARCIPELAGO TOSCANO di Cecilia Pacini:



È stato costituito il nuovo S.M.A.R.T. Sistema Museale dell’Arcipelago Toscano. Con l’approvazione della convenzione [...]


 

VIVERE NEL CENTRO STORICO DI PORTOFERRAIO IN UNA PUNTUALE ANALISI DELL'EX SINDACO GIOVANNI FRATINI:



La vita nel centro storico non è fatta solo di rose e fiori, ma anche di qualche spina Rose e fiori. Ho a disposizione [...]


 

ESA COMUNICA IL CALENDARIO INVERNALE DEL "PORTA A PORTA" PER PORTOFERRAIO:



Esa spa ricorda ai gentili utenti del Comune di Portoferraio che dal 1° Ottobre entrerà in vigore il calendario invernale per [...]


 

PROBLEMATICHE SOLLEVATE SERVIZIO DI TPL ISOLA D’ELBA:



In relazione agli argomenti sollevati, l’Azienda si permette di osservare quanto di seguito riportato. Il [...]


 

© 2020 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali