Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

Affari e politica a Portoferraio:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

“BALENE ALL’ELBA” :





Balene all’Elba è il titolo di un libro di Antonello Marchese, adesso in vendita nelle librerie. Fin dalla presentazione che si è tenuta alla Gran Guardia di Portoferraio, ha suscitato un grande interesse.


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

una pubblicazione di Marcello Meneghin "ACQUEDOTTI Realtà e futuro" la descrizione documentata delle incongruenza degli acquedotti italiani culminante in perdite occulte pari alla metà dell’acqua totale prodotta,:




.


 

RIO ELBA ECCO LA RELAZIONE DI FINE MANDATO DEL CONSULENTE IVANO ARRIGHI

pubblicato giovedì 21 settembre 2017 alle ore 23:21:02


RIO  ELBA  ECCO LA  RELAZIONE DI  FINE MANDATO DEL  CONSULENTE IVANO  ARRIGHI

 



Comune di Rio Nell'Elba - amministrazione Claudio De Santi.



Periodo: giugno 2014 - settembre 2017.



Premessa.



Questi erano sinteticamente gli obiettivi dichiarati nel manifesto del programma elettorale di "Noi per Rio Castello" guidata da C. De Santi.





  1. Una macchina comunale efficiente per servizi migliori e costi inferiori per i Riesi;




  2. Un paese recuperato al turismo, pulito, decoroso, attraente




  3. Azioni di stimolo all'imprenditoria e di sostegno nel sociale




  4. L'ambiente come bene imprescindibile da preservare e migliorare per la qualità della vita e lo sviluppo





 



Avendo partecipato quale consulente esterno e gratuito a questa esperienza vorrei ancora dare un piccolo contributo che spero possa chiarire ancor di più cosa è successo a Rio Nell'Elba dal 2014 ad oggi.



L'obiettivo che mi pongo è quello di valutare, dal mio personale punto di vista, cosa è stato fatto, non fatto e le relative cause che hanno impedito il raggiungimento di alcuni obiettivi.



Importanti obiettivi!



 



Le cose fatte, positive, le ha elencate nella relazione di fine mandato il sindaco. Alcune importanti, altre di routine.



Le più importanti sono sicuramente i risparmi ed il miglioramento della qualità della pulizia, risparmi nell'associazione dei funzionari, aver avviato l'iniziativa per la fusione con Rio Marina, etc. ...



Chi si sente in stato d'accusa dissente, ma aver fatto chiarezza sullo stato dei conti e del territorio è stato sicuramente l'attività più importante in assoluto di questo mandato. Purtroppo è stato come segare il ramo su cui si era seduti.



I predecessori, a dimostrazione di quanto fossero attaccati alle poltrone, avevano preferito ... ignorare (?) il problema.



 



Gli insuccessi, i più importanti ovviamente, perché come in tutte le cose sperare di far tutto bene è molto improbabile se non impossibile,



sono almeno due.



 



Il primo.



L'efficientamento della macchina comunale era al primo punto del programma e non a caso; purtroppo è stato completamente mancato e a mio giudizio è anche una delle principali motivazioni dell' impossibilità di procedere ad amministrare, stante anche le difficoltà economiche riscontrate fino a questo momento.



Era questa una  necessità che personalmente avevo avvertito e già suggerito alla precedente amministrazione, nel 2010, prendendo anche contatto con esperti implementatori e valutatori di QSI nella PA e mettendoli in contatto con il vicesindaco di allora, F. Sivori.



L'obiettivo non è mai stato quello di puntare ad una certificazione, ma almeno di iniziare un percorso di miglioramento dei modi di lavorare. E credetemi ce n'è davvero tanto, ma proprio tanto bisogno.



La cura era stata prescritta, il tentativo è stato fatto, ... ma, come spesso succede quando si tratta di mettere in discussione il come e il quanto fatto fino a quel momento, da parte degli addetti c'è stata una netta chiusura.



Poteva essere fatto di più? Forse si, con maggiore determinazione degli amministratori e anche risorse, ma fin da subito c'è stata anche una contrapposizione per non dire di peggio  supportata e spinta da protagonisti esterni.



Con l'arrivo delle messe in mora per alcuni di loro, certo la situazione non poteva che peggiorare.



 



A riprova di quanto detto riporto alcune passaggi della relazione di fine mandato di Claudio de Santi





  1. "... intercetto un colloquio successivo fra persone che dicono: “Lascialo stare tanto di bilanci non capisce, fagli portare fascia che si diverte….. passano gli anni e poi le responsabilità sono sue…”.




  2. "Chiedo lumi, mi si danno parziali, in taluni casi clamorosamente scorretti.



                Cerco nel frattempo di trovare un modo di dialogo con il personale dipendente."




  3. Una incapacità amministrativa perpetrata nel tempo.



                E comunque un conflitto sotterraneo e latente che si esplicava e si è esplicato nei confronti anche della mia persona e della nuova Amministrazione.



                Una mancanza ove certe cose erano un optional.




  4. ... gli scriventi (i funzionari di Capoliveri) che si recavano in Comune a Rio … per quasi l’intero anno 2015 hanno vagato per gli uffici alla ricerca di fascicoli, di atti e documenti.





            ancora oggi si sta tentando di mettere punti fermi a tutto il sistema con la predisposizione delle certificazioni ancora da predisporre  da inviare ai competenti Ministeri, fornire le risposte alla Sezione Regionale di Controllo suo conti passati che purtroppo risentono delle manchevolezze e della confusione contabile in cui si è trovato il comune di Rio nell’Elba….. Pertanto….lasciamo!” , seguono le firme di tutti e 6  i Responsabili di Area.



"A nulla valgono le mie preghiere. Sono determinati."



 



Su questo ultimo punto, ferma la critica fatta dai funzionari di Capoliveri alla struttura Riese, ho il dubbio che questa  sia stata l'unica motivazione, viste le modalità, le tempistiche, i possibili risultati.



 



Il giorno venerdì 24 febbraio 2017 il Procuratore generale della Corte dei Conti a Firenze annuncia "Segnalo, infine, un giudizio (per circa 940 mila euro) a carico del responsabile del servizio tributi di un Comune dell’Isola d’Elba".



La notizia viene ripresa dai giornali dal gg. lunedì 27/2.



Lunedì 6 marzo 2017 sono consegnate al protocollo del comune di Capoliveri le dimissioni dei 6 funzionari.



Neanche 5 giorni lavorativi sono intercorsi fra i due eventi.



E' una coincidenza o ci potrebbe essere un nesso fra i due eventi?



Gli addetti ai servizi finanziari annunciano anche di redigere solo il bilancio preventivo 2016-2017, ma non il consuntivo 2016, nonostante questo sia il risultato della loro gestione.



In assenza della presentazione del bilancio consuntivo entro aprile, l'amministrazione dovrebbe decadere, come chiede a gran voce la minoranza.



Così alla fine non è stato solo perché De Santi ha tenuto duro, si è rivolto alla prefettura, ha ottenuto un commissario ad actum per il consuntivo 2016.



Domanda: la caduta di De Santi era un risultato intrinseco delle dismissioni delle funzioni associate o l'obiettivo? E se si perché? Cui prodest?



La spinta vera alle dimissioni è comunque venuta 2 mesi dopo con la pronuncia della Corte dei Conti che ha portato il disavanzo complessivo a oltre 2.500.000 €, la mancanza di un segretario e di almeno 2 funzionari importanti, quello all'edilizia pubblica e privata e quello dell'area finanziaria con cui rifare i bilanci 2014, 2015 e 2016 entro i 60 gg. richiesti  dalla Coorte dei Conti.



 



Il secondo.



Dal programma: "un paese recuperato al turismo" ... "azioni di stimolo all'imprenditoria".



Sono state fatte azioni, anche con l'impegno di Riesi esterni all'amministrazione, mirate al reperimento di finanziamenti per lo sviluppo del settore turistico.



L'albergo diffuso e la start up house sono quelle più conosciute, altre meno come il gemellaggio con Farinole in Corsica nell'ambito di un programma più ampio e con più risorse, quali Interreg e altri ancora.



Posso testimoniare la volontà del sindaco a partecipare alle iniziative, il suo assenso formale e conseguentemente gli input alla struttura ... e la mancanza degli output! Segretari vecchi e nuovi, funzionari che non hanno permesso il raggiungimento di queste importanti iniziative per lo sviluppo turistico e sostenibile di Rio.



Perché?



Dalla mia limitata posizione mi sento di poter dire  che la mancanza della struttura efficiente e di un sistema di controllo e di retroazione efficace da parte dell'organo di governo è certo la causa principale di quanto è accaduto, anche prima di De Santi, durante il De Santi e certamente accadrà anche dopo De Santi, stante le condizioni attuali.



Il cane che si mangia la coda! Il loop del comune di Rio, come anche di tanti altri comuni.



Anche se la mia era una postazione con una visibilità ridotta, mi sento di poter affermare che il comune non è mai stato veramente, completamente, nelle mani di Claudio De Santi.



 



Conclusioni.



Credo di avere detto quali sono le criticità e conseguentemente le cose che andrebbero fatte.



 



Le promesse della campagna elettorale di De Santi erano frutto di una conoscenza di bilanci ufficiali in positivo.



Le condizioni reali fin qui accertate dagli organi deputati a farlo dicono il contrario per cifre rilevanti che viceversa portano a grossi sacrifici e quindi l'impossibilità di mantenere gli impegni presi, per colpe altrui, con chi ha dato fiducia.



 



Inoltre,



in condizioni normali, con un timone ben saldo in mano ed una barca che risponde ai comandi e non con falle vistose, uno potrebbe anche pensare di affrontare la tempesta. Se però oltretutto l'equipaggio è ridotto (mancano i 6 funzionari di Capoliveri che sono già saltati nelle scialuppe di salvataggio), chi è restato è in attesa dello "zot" divino, anziché ubbidire al comando di azionare le pompe si aggrappa al timone per andare nella direzione opposta a quella del comandante, o uno è un pazzo suicida oppure è bene che lanci il "si salvi chi può" dopo aver fatto tutto il possibile per non far andare la barca sugli scogli e avendo messo la prua in direzione del porto sicuro di Rio Marina.



 




« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

EVITARE LA CEMENTIFICAZIONE DEL PREZIOSO SUOLO ELBANO TUTTE LE VOLTE CHE E’ POSSIBILE TRASFERIRE LE OPERE NEL SOTTOSUOLO di Marcello Meneghin:



L’utilizzazione del sottosuolo per ricavarvi opere ingombranti sta offrendo frutti copiosi in molte parti del mondo . All’isola [...]


 

POLITICA & SANITA', ALL'ELBA C'E' ANCORA UNA POLITICA CHE TUTELI LA SANITA' PUBBLICA? :



Tagli e trasferimenti di personale del pronto soccorso (su 13 medici necessari ne sono rimasti 3+5 del 118 e uno sull'ambulanza), [...]


 

MOVIMENTO ELBA 2000: DAL GASSIFICATORE AL DISSALATORE?:



Avendo affrontato il problema dell'approvvigionamento idrico già molti anni fa, a questo punto, riteniamo opportuno [...]


 

MARCELLO MENEGHIN SPIEGA PERCHÉ’ LA GALLERIA SERBATOIO SAREBBE LA SOLUZIONE E IL DISSALATORE UN ERRORE 15 VOLTE PIÙ’ COSTOSO DEL LAGHETTO DEL CONDOTTO COSTATO OLTRE UN MILIONE DI EURO:



Egr. Sig. Sergio Bicecci la ringrazio per il suo articolo riguardante l’opportunità di prendere in esame anche la soluzione [...]


 

FUSIONE RIESE E LEGGE REALACCI SUI PICCOLI COMUNI di Lelio Giannoni:



Recentemente è stata varata dal Parlamento la cosiddetta legge Realacci che riguarda prevalente i comuni collocati [...]


 

PER RISOLVERE I PROBLEMI IDRICI DELL'ELBA PERCHE' NON E' STATO PRESO IN CONSIDERAZIONE IL "PROGETTO MENEGHIN" DI CUI SI PARLA DA VENTI ANNI? di Sergio Bicecci:



Sono sempre più insistenti le polemiche sul progettato dissalatore da costruire in località Piano di Mola nel Comune di Capoliveri. [...]


 

RIO ELBA ECCO LA RELAZIONE DI FINE MANDATO DEL CONSULENTE IVANO ARRIGHI :



Comune di Rio Nell'Elba - amministrazione Claudio De Santi. Periodo: giugno 2014 - settembre 2017. Premessa. Questi erano [...]


 

PENOSO.CORRUZIONE NELLA SANITA' TOSCANA. di Frnacesco Semeraro:

Sono stati iscritti nel Registro degli indagati il Direttore Sanitario della nostra ASL Toscana Nord-Ovest Mauro Maccari; il capo della segreteria [...]


 

© 2017 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali