Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
Elba notizie
Traghetti Isola d'Elba

Prenota il tuo
traghetto
cerca nel sito »

informazioni »


 


STAMPA LOCALE

Camminando »

L'Altroparco »

Teleelba »

 


STAMPA NAZIONALE

Associazione Culturale  »

Corriere della sera »

Il sole 24 ore »

Repubblica  »

IN PRIMO PIANO

 

RENATO CIONI Una vita da tenore di GIULIANO GIULIANI:




Biografia del tenore elbano Renato Cioni ; Editore Youcamprint; Formato 17x24 Pag. 228 di cui 24 di immagini, Euro 22.00 - Per informazioni contattare 0565/915340


 

NAPOLEONE E IL RISORGIMENTO ITALIANO di Marcello Camici :




«L'Europa sarebbe diventata di fatto un popolo solo; viaggiando ognuno si sarebbe sentito nella patria comune… Tale unione dovrà venire un giorno o l'altro per forza di eventi.


 

L'ALTRA RIVA DEL MARE di Danilo Alessi:






In quest ’ultimo lavoro di Danilo Alessi uscito per i tipi di Persephone Edizioni, un uomo e una donna, si incontrano e si innamorano, vivendo contemporaneamente altri luoghi e le sponde di molti mari mentre, un recente passato, irrompe dalle pagine “intime” ma “collettive” di “L’altra riva del mare”


 

IL GUARDIACACCIA DI Marcello Meneghin:




Il romanzo di Marcello Meneghin è un intreccio di storie vere e di invenzione o meglio di supposizioni. È la ricerca del nome di un assassino. Un intreccio immaginario che si sposa bene con la magia delle montagne.


 

L'ELBA UNA COLONIA :




L'opuscolo "L'ELBA UNA COLONIA" contiene "L'INTERVISTA A MR. X " E " IL PIANO" dove viene analizzata una situzione che mirava a realizzare un piano di colonizazione che avrebbe smantellato e portato, oltre canale, tutti centri direzionali dall'ufficio turistico APT, ai servizi idrici e alla Sanità ecc E anche come gli elbani sarebbero stati sistematicamente esclusi da ogni incarico direttivo. Visto che tutto si è relizzato come previsto, questa pubblicazione ha avuto un valore profetico.

L'OPUSCOLO PUO' ESSERE INTERAMENTE SCARICATO


 

MAGO CHIO' Vita e leggenda del Primo free - climber del Mondo di Giuliano Giuliani:




Mago Chiò era vissuto nella seconda metà dell’Ottocento. Nato a Portoferraio nell’Isola d’Elba qualche anno dopo l’Unita d’Italia in una delle vie più antiche della vecchia Cosmopoli ( nome che fu affibbiato alla città nei primi tempi della sua costruzione


 

Giuliano Giuliani "AFFANDAMENTO DELL'ANDREA SGARALLINO" :




la ricostruzione attraerso la voce dei protagonisti della più grande tragedia che abbia colpito una nave civile nel mediterraneo durante nell'ultimo comflitto mondiale


 

“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno:




“Passioni”, romanzo di Maria Gisella Catuogno che l’Editore il, Foglio Letterario di Piombino, ha portato alla Fiera del Libro di Torino.


 

Affari e politica a Portoferraio di Giovanni MUTI:




Questo libro è per la verità e la giustizia!

Vittorio Sgarbi


 

LA BALENA BIANCA. E LA CADUTA DELL'ULTIMO CASTELLO:




. la partita a scacchi della politica, dall'elba alla toscana
Claudio De Santi




 

IL FANTASTICO VIAGGIO DEL COMANDANTE GRASSI:




RACCONTO DI UN VIAGGIO IN CINA


 

Nuovo libro di Marcello Camici:




Nuovo libro di marcello Camici


 

IL NUOVO LIBRO DI LEONIDA FORESI:




UNA PARTE IMPORTANTE DELLA NOSTRA MEMORIA


 

COME GIOVANNI FRATINI FAREBBE RINASCERE COSMOPOLI

pubblicato giovedì 8 agosto 2019 alle ore 09:36:01


COME GIOVANNI FRATINI FAREBBE  RINASCERE  COSMOPOLI

 




Ho letto l’intervista rilasciata nei giorni scorsi dal Sindaco e devo dire che l’ho apprezzata.

Per quanto in parte distrutta dai bombardamenti dell’ultima guerra e in ogni epoca deturpata dalla mano dell’uomo, la città di Cosimo, conserva ancora un suo fascino, una sua particolare bellezza. Lo scopriamo guardandola dal Volterraio o dalla Villa romana delle Grotte; dalla Torre di Passanante o dai due forti che la dominano; percorrendo a piedi alcune vie o scalinate pavimentate con pietre rosa fortunatamente non ricoperte dall’asfalto negli anni ‘50/’60. Certo se si vuol far “rinascere Cosmopoli” occorre affrontare con intelligenza, con lungimiranza e con “coraggio” grandi temi, antichi e nuovi. La drastica riduzione del soffocante traffico; la promozione del patrimonio storico; il recupero e le destinazioni da dare ad immobili di valore ricevuti in proprietà dallo Stato: l’Arsenale delle Galeazze e gli edifici della ex Caserma di Finanza; il miglioramento della ricettività del porto anche con la creazione di adeguati servizi a terra e la realizzazione di importanti interventi di riqualificazione ambientale. Questi alcuni dei grandi temi che, se risolti al meglio, cambierebbero il volto della città, ma che richiedono tempi lunghi e soprattutto un notevole lavoro di studio, di progettazione e rilevanti impegni finanziari. Ma nella Portoferraio antica succedono anche cose, si sono consolidate abitudini che non ne esaltano certo l’immagine.

Alcuni esempi. Non ho mai “digerito” gli orari di apertura al pubblico di alcuni siti culturali come la Linguella, i bastioni medicei o il forte Falcone. In estate vorrei vederli aperti, oltre che di giorno, anche la sera. Come non ho mai accettato la loro chiusura da novembre alla Pasqua dell’anno successivo. Si tratta di luoghi che appartengono alla nostra comunità, raccontano la nostra storia, fanno parte integrante del tessuto urbano, non possiamo mantenerli inaccessibili per 5 mesi!

ASA ci ha fatto dono di un meraviglioso box in lamiera lungo la Calata che non sarebbe male sostituirlo con qualcosa di più degno della Darsena. In piena stagione estiva l’Azienda livornese dà inizio a lavori che poi rimangono incompiuti per settimane. Mi riferisco ai cantieri aperti in Via del Falcone o in Via delle Galeazze e a quello iniziato da più di un mese e non ancora chiuso in una delle viuzze caratteristiche di Portoferraio, Via Mozza, con tanto di bottino “en plain air” e inebrianti profumi. Sarebbe bello, inoltre, eliminare lo spettacolo indecoroso di alloggiamenti per i contatori dell’acqua senza sportello o con sportelli vecchi e arrugginiti e che si provvedesse, per tempo ad una più incisiva disinfezione della rete fognaria, in modo da debellare o almeno contenere la presenza estiva di piattole, poco gradita dai residenti e dai turisti.

Si è ormai consolidata l’abitudine di “piazzare” moto in spazi riservati ai pedoni, lungo la Calata, in piazza Cavour tra una fioriera e l’altra, nella piazzetta Ageno, in Via Guerrazzi dove viene spesso ostruito il passaggio pedonale. E che dire delle facciate malconce di edifici privati o di quella dell’ex Arsenale delle galeazze ; degli alberi che da anni mancano nella piazza della Repubblica; delle Imprese edili che non rispettano l’ordinanza del Comune che vieta di eseguire lavori rumorosi durante il giorno dalle 14 alle 16 o che delimitano lo spazio di un cantiere senza una regolare segnaletica e con i più svariati oggetti . E’ successo che sia stato utilizzato anche un sanitario “importante” di un vecchio bagno! Avrei altro da dire, ma mi fermo qui.

Giovedì scorso è stato modificato il bilancio di quest’anno approvato dai precedenti Amministratori ed è stato posto rimedio a diverse, incredibili lacune. Nei capitoli che riguardano il turismo e la cultura, ad esempio, le previsioni di spesa erano pari a zero. Il Sindaco ci ha fatto sapere che nei prossimi mesi sarà provveduto alle assunzioni del personale necessario soprattutto per il Servizio tecnico e la Polizia municipale. Bene! Quelle “decine di situazioni” critiche che , come è stato detto nell’intervista, rendono “opaca” la bellezza del centro storico, per superarle, oltre alle disponibilità finanziarie, è soprattutto necessario avere un Ufficio tecnico e una Polizia urbana che riescano a garantire quotidianamente efficaci azioni di prevenzione, di controllo e di cura del territorio.

Qualcosa, dunque, si sta già muovendo nella giusta direzione.





Giovanni Fratini





p.s. Una mattina il Sindaco ha dato assicurazione, a me e ad alcuni amici presenti, che è stata contattata una Ditta specializzata per far rifunzionare gli orologi pubblici: quello del Palazzo comunale e i due della Porta a mare. Restiamo tutti in trepida attesa.





« indietro - nuova ricerca

IN PRIMO PIANO

 

Aeroporto. Le idee e le proposte ci sono, spetta alle Autorità locali renderle fattibili e concrete:



Ing. Boccardo - Amministratore Alatoscana S.p.A. Con la convinzione che i progetti infrastrutturali importanti e determinanti [...]


 

A Rio, il Bicentenario della morte dell’Imperatore Napoleone e il letto imperial di Andrea Lunghi:



In occasione del Bicentenario della morte dell’Imperatore Napoleone I, il Comune di Rio, l’Associazione Culturale Persephone e l’Associazione [...]


 

AL MONDO ROVERSO di Marcello Meneghin:



Si è ricominciato a parlare del problema idropotabile elbano ma non si pecisa mai quello che manca veramente. Il problema vero è [...]


 

Svelato il progetto vincitore per il Centro di Interpretazione del Santuario Internazionale dei Mammiferi Marini a Portoferraio :



L’Ente Parco Nazionale dell'Arcipelago [...]


 

IL PD RIO MARINA CAVO SI CHIEDE: A CAVO TERME E ALLEVAMENTO ITTICO . . . E TUTTO TACE? :



A che punto è la pratica per lo sfruttamento produttivo delle acque termali di Cavo? È una domanda che si pongono molte persone, [...]


 

ASA INVESTE 26 MILIONI DI EURO SUL TERRITORIO :



ASA comunica che nella giornata del 14 maggio si è tenuta l’Assemblea dei Soci che ha stabilito di accettare [...]


 

Addio a Elio Niccolai, un pilastro dell’AC provinciale "Ci ha lasciato a 85 anni lo storico delegato elbano, indimenticato promotore e organizzatore dei rallies internazionali sull’isola":



Se n’è andato, all’età di 85, un pilastro fondante della grande famiglia dell’Automobile [...]


 

PRENDERE IL TRENO QUANDO PASSA "Ma non abbiamo capito che tra poco ci saranno fondi a bizzeffe ed al riguardo sono richieste solo delle dimostrazioni serie di risoluzione di problemi gravi come sono quelli dell’Isola d’Elba?" di Marcello Meneghin :



Abbiamo trascorso tutti un periodo bestiale di infezioni da covid con tutte le conseguenze possibili partire da quelle veramente tragiche [...]


 

© 2021 ELBA NOTIZIE di Giovanni Muti - Via Giagnoni, 5 - 57037 Portoferraio (LI) - p.iva: 01631950498 - info@elbanotizie.it note legali